wrc

WRC Germania: il ritorno di Ogier

By  | 

Mancava da tanto tempo dal gradino più alto del podio, troppo per i suoi standar e per l’abitudine che aveva dato ai suoi tifosi ed agli appassionati in genere, specie nella scorsa anno, dove aveva praticamente dominato l’intera stagione. Ora è tornato, mettendo la parola fine sulle chiacchiere, presunte della sua crisi, e spegnendo le polemiche rivolte agli organizzatori ed al format di gara. Stiamo parlando di Sébastien Ogier, il tre volte Campione del Mondo, che finalmente è tornato alla vittoria, vincendo l’ADAC Rallye Deutschland, nona prova iridata in Germania.

ogierP-20160819-00293_HiRes JPEG 24bit RGB

P-20160821-00317_HiRes JPEG 24bit RGB

venueP-20160819-00006_HiRes JPEG 24bit RGB

E pensare che proprio la Germania, fino allo scorso anno, era stato lo scoglio più duro da affrontare per il francese. Ogier vince la gara di casa per Volkswagen, un anno dopo la storica tripletta conseguita dal talento di Gap, da Latvala e Mikkelsen nell’ordine. Una Volkswagen Polo che torna alla ribalta dopo aver concesso molto agli avversari, Hyundai e Citroen in primis, ma che perde nuovamente per strada Jari-Matti Latvala, nella sua stagione più nera. Per il finlandese il rally finisce appena dopo lo start, con la sua Polo ferma alla prima speciale a causa di un guasto al cambio. Latvala tornerà protagonista, vincendo la SS9, ma il suo rally si chiude con una pesantissima 48esima posizione finale.

mikkelsenP-20160820-00086_HiRes JPEG 24bit RGB News

mikkelsenP-20160819-00884_HiRes JPEG 24bit RGB

latvalaP-20160820-00515_HiRes JPEG 24bit RGB

Tornando al vincitore si può parlare di un Ogier ritrovato. Dopo le due vittorie nelle gare di apertura di stagione a Montecarlo ed in Svezia, Ogier era andato in calando, fino a registrare lo zero battuto in Finlandia nella terra di Latvala. In questo week-end il francese ha sbagliato poco, partendo subito con un bel duello con il team-mate Mikkelsen, che chiude in testa la prima giornata di gara, per poi fare la differenza nel primo passaggio sui quasi 41 chilometri della Panzerplatte, la SS10. Bastano otto vittorie su diciotto speciali per incoronarlo vincitore, con un vantaggio finale di poco superiore ai 20 secondi sui diretti inseguitori.

hyundaiP-20160819-00284_HiRes JPEG 24bit RGB

neuvilleP-20160820-00500_HiRes JPEG 24bit RGB

Proprio gli inseguitori hanno dato vita ad una splendida contesa per i restanti gradini del podio, con Mikkelsen e le due Hyundai affidate a Dani Sordo e Thierry Neuville a giocarsi tutto sul filo dei decimi, più che dei secondi. L’errore in ultima giornata del norvegese favorisce la squadra coreana, che piazza nell’ordine Sordo e Neuville alle spalle di Ogier, separati da solo 1 decimo.

sordoP-20160821-00210_HiRes JPEG 24bit RGB

sordoP-20160818-00474_HiRes JPEG 24bit RGB

Grande assente la Citroen, con Meeke, ma non è stata un sorpresa. La pianificazione della stagione era già da tempo definita, con la casa francese largamente impegnata nella preparazione della nuova vettura 2017. Lefebvre ed il co.pilota Moreau sono scesi in gara con una DS3 privata, e per loro, dopo la vittoria della SS8, il Rally di Germania si è chiuso con un drammatico e spettacolare incidente. La DS3 perde il posteriore su un curvone veloce a destra, impatta contro i paracarri di cemento e carambola contro alcuni alberi. L’auto esce distrutta dall’impatto, con il motore completamente staccato dalla scocca e l’equipaggio incastrato nelle lamiere. Lefebvre e Moreu vengono trasportati in elicottero in ospedale, dove oltre al grande spavento registrano diverse fratture.

Il Mondiale WRC si prende una pausa con la cancellazione del Rally di Cina previsto per il prossimo 8 settembre, a causa del forte maltempo che si è abbattuto sulla zona delle speciali. Si riprenderà dalla Corsica, dal 29 settembre al 2 ottobre.

All photos ©Red Bull Content Pool