sbk

SBK Sepang: la prima volta di Nicky Hayden

By  | 

La Superbike approda in Malesia e nelle due giornate di gare succede di tutto in pista. Il sabato diventa festa Kawasaki, con Tom Sykes uomo del giorno che non lascia niente a nessuno e si aggiudica prima la Superpole e poi domina in Gara 1. La domenica arriva la pioggia a rovinare il possibile trionfo Kawasaki, e dalle acque emerge Nicky Hayden, mentre sprofonda proprio Sykes, che non riesce a ritrovare sotto l’acqua quello stato di gloria che l’aveva illuminato solo il giorno prima.

0463_r06_sykes_action

0947_r06_hayden_action

Jonathan Rea alla fine, nonostante tutto, torna a casa da Sepang con il sorriso stampato sul viso. Non è più il cannibale della scorsa stagione, è vero, ma anche stavolta limita i danni ed allunga ancora sensibilmente sul diretto avversario Chaz Davies. Anche se manca il gradino più alto del podio dalla doppietta firmata ad Assen, Jonathan Rea rimane ancora il pilota più lucido ed equilibrato in pista. Ragiona, studia, lascia sfilare gli avversari e poi torna a colpire, in questo caso proprio su Davies, che in Gara 2 era riuscito a mettere per qualche tornata le ruote della sua Panigale davanti alla ZX-10R del nordirlandese. Oltre a questo la serenità di essersi garantito la moto migliore per le prossime due stagioni, rinnovando il contratto biennale con Kawasaki fino al 2018. Tutto questo si traduce in un abbraccio e un battito di mani a Sykes per celebrare la vittoria in Gara 1, contrapposto al viso tirato non nascosto in altre occasioni di sconfitte.

0473_r06_rea_action

 

Tom Sykes accusa il colpo, forse troppo duramente, perché da una prestazione magistrale come quella del sabato ci si aspettava sicuramente di più sotto l’acqua della domenica. Ma queste sono le corse e nulla è lasciato al caso. Sykes ha bisogno di dimostrare ancora il suo valore e se rimane infallibile nel giro veloce, anche se in questo week-end è dovuto passare dal viatico della Superpole 1, in Gara rimane ancora vulnerabile. Onore al coraggio dimostrato sabato, con una condotta di gara che lasciava presagire il solito consumo di gomme sul finire. Sykes guida sopra a tutti e vince, ma non basta a rendere perfetto il suo week-end e sicura la sua posizione in Kawasaki.

0459_r06_sykes_podium

0460_r06_sykes_finish

Capitolo Honda, che festeggia la prima volta di Nicky Hayden. Un veterano, l’unico pilota a vantare il maggior numero di giri sul circuito di Sepang, rinnovato però per l’occasione con nuovo asfalto e nuove curve leggermente modificate. Hayden da subito ha dimostrato di gradire la sua “vecchia” CBR ed in Malesia festeggia la sua prima, e sicuramente non ultima, vittoria in Superbike. Un Hayden ritrovato, che ritrova la sua posizione da star dopo le ultime stagioni da comprimario nella classe regina del Motomondiale.

In Ducati si festeggia a metà. Chaz Davies perde punti importanti in ottica titolo su Rea, arrivando in entrambe le gare alle spalle del pilota Kawasaki. Dopo Imola ci si aspettava forse di più? No, ad onor del vero. Il pacchetto Ducati-Davies funziona, e la Panigale è comunque una moto molto competitiva, ma quest’anno il livello si è talmente livellato che diventa difficile avere tutte le condizioni a favore come successo nella gara di casa. È festa invece per Davide Giugliano, che ritrova la gioia del podio dopo un periodo sofferto. Nella difficile Gara 2 Giugliano non molla, non perde la testa e capitalizza un secondo posto importantissimo più per rafforzare lo spirito che la posizione in classifica.

1010_r06_giugliano_action

0263_p06_davies_action

In ottica campionato poco cambia a livello di classifica iridata, con Jonathan Rea che mantiene la leadership con 257 punti, davanti a Chaz Davies a 215 punti e Tom Sykes, che si stacca maggiormente e si ferma a quota 187. Il prossimo appuntamento con la SBK tra 15 giorni al Donington Park, per l’Acerbis UK Round, settimo della stagione e giro di boa del campionato.

SBK Sepang – Ordini d’arrivo

Gara 1: 1. Sykes – 2. Rea – 3. Davies – 4.Torres – 5. Lowes
Gara 2: 1. Hayden – 2. Giugliano – 3. Rea – 4. Davies – 5. West

0471_r06_pirelli_girl_grid

All Photos ©Pirelli Media Center