MotoGP

MotoGP: che VINCA il MIGLIORE!

By  | 

La massima espressione del motociclismo anche quest’anno sta vivendo un momento d’oro grazie a dei piloti che rendono avvincenti tutte le gare.

2016/04/24 - mgp - round04 - Jerez -

La motoGP ha ormai preso il via da qualche mese e le carte si sono scoperte definitivamente e i protagonisti di questi anni sono ancora gli stessi: Lorenzo, Rossi, Marquez, Pedrosa, Dovizioso, Iannone con l’iserimento di Vinales.
4 case motociclistiche, 7 piloti che possono vincere i Gran Premi, ma se pensiamo alla classifica finale piloti sono in tre a potersi giocare il titolo senza grossi colpi di scena: il Campione del Mondo in carica Lorenzo, il suo compango di squadra Rossi e il ‘terzo incomodo’ (anche lui già pluriCampione del Mondo) Marquez.
Nelle prime gare il ‘trio’ ha già messo in luce la voglia di vincere e la giusta aggressività… e le polemiceh del 2015 sono già un ricordo lontano.

05 Le Mans 5, 6 7 y 8 de mayo de 2016; circuito de Le Mans, Fran

_G025611[1]

La MotoGP da anni sta vivendo un momento d’oro grazie soprattutto a Valentino Rossi: un grande pilota, personaggio che va ben oltre le corse, oltre la pista. A contrastare in questi anni il dominio del ‘Dottore’ ci provano in tanti a partire da Jorge Lorenzo (il suo compagno di squadra fino alla fien di quest’anno in Yamaha) e Marc Marquez (in sella alla Honda del Team Repsol). Da quest’anno sono tornate competitive anche le Ducati, con Andrea Dovizioso e Andrea Iannone. Anche la Suzuki con Maverick Vinales stanno facendo
ottimi risultati.

Marc Marquez

MotoGP 2016 Argentina - Termas de Rio Hondo

Un campioanto inziato sull’onda delle polemiche con cui si è chiuso 2015 e tutti erano pronti a vedere la nuova sfida tra: Rossi, Lorenzo e Marquez. Dalle prime gare il Campione del Mondo in carica Jorge Lorenzo con la sua Yamaha N° 99 ha dimostrato di essere lui l’uomo da battere. Marc Marquez e la sua Honda hanno dato qualche segnale di non essere al 100% e di soffrire una certa inferiorità prestazionale del mezzo. Ottime le due Ducati, anche se i suoi piloti sembrano bersagliati dalla sfortuna, con troppe cadute e battute d’arresto.

Maverick Vinales

Dani Pedrosa

Valentino Rossi è ancora una volta il protagonista di questo campionato e riesce a dare filo da torcere ai suoi giovani avversari. Forse un po’ di fortuna che non guasta mai), ma Vale è sempre li davanti a battagliare e a saper cogliere ogni possibilità. Le vittorie non si conquistano solo con la fortuna ma soprattutto con la tenacia e la capacità e di queste due doti il N° 46 di Tavullia, oltre a tante altre soprattutto nel polso destro e nelle dita della mano sinistra: gran gas e staccate al limite!
La lotta comunque sembra un affare tra le due giapponesi, mentre l’italiana (si fa per dire, perché ormai è proprietà della tedesca Audi) stenta spiccare il volo e vedremo se nel resto del campioanto riuscirà a conquistare qualche piazzamento che merita. Forse stanno già pensando al 2017 con l’arrivo di Lorenzo, che dopo la firma di Rossi per un contratto pluriennale con Yamaha, ha deciso di firmare per la rossa di Borgo Panigale.

GridBoxParc_AC-15[1]

2016/05/07 - mgp - round05 - Le Mans -

Dani Pedrosa anche quest’anno sembra sottotono e di certo la poca competitività della sua moto non lo aiuta. Ottimo secondo pilota, quest’anno sembra non riuscire ad entrare in lotta con i suoi avversari che in classifica sembrano ‘scappare’.
Ha stupito un po’ tutti la competitività della Suzuki, che con lo spagnolo Maverick Vinales ha dimostrato competitività.

MotoGP 2016 USA – Austin

Marc Marquez

Meriterebbe un discorso particolare il monogomma Michelin che sembra avere messo in crisi un po’ tutti: team e piloti. In molti lamentano probelmi con i pneumatici della casa francese e sembrano non trovare l’assetto giusto. Si dice che avere il ‘monogomma’ livelli un campionato e che metta tutti sullo stesso piano, ma così non sembra, anzi. Alcuni si trovano bene e altri no… invece di studiare l’assetto e l’erogazione della moto con il gommista, in questo caso bisogna fare il contrario e adattarsi alla gomma… modificando assetti e potenze e non tutti sembrano veloci a trovare il feeling.

,

2016/05/08 - mgp - round05 - Le Mans -

Photos: ©Monster Energy Media – ©RedBull Content Pool