Style

EDITORIALE 39/2016

By  | 

Scattare fotografie è il mio mestiere da sempre.
Un mondo che amo e a cui non so rinunciare.
Ormai sono più di 30 anni che vedo una parte del mondo attraverso l’obiettivo di una macchina fotografica eppure mi piace ancora tanto.
Pensare a cosa fare per il prossimo servizio, per la prossima cover di Lilac.
Un lavoro che amo fare in compangia di amici e collaboratori e colleghi.
Nessun segreto, ma solo tanta voglia di realizzare qualche cosa che mi piace e che mi dia soddisfazione.
Questo spesso ti fa dimenticare la fatica e il tanto tempo speso dietro ad un servizio fotografico a volte poco pagato o fatto solo per la ‘voglia di farlo’.
Penso di aver migliorato in tutto in questi anni la tecnica, la capacità di saper gestire un set con una sola modella o con 10/15 persone che ti dicono cosa vogliono, come lo vogliono e come dovrà venire il risultato finale (a volte senza neanche avere le idee chiare).
Ma una cosa non è mai cambiata: la voglia di divertirmi.
Ogni volta che scatto rido, sono tranquillo e scherzo con tutti quelli sul set.
Non manca mai il momento in cui si fanno le scemate e qualcuno rischia di ‘cadere in una piscina’… magari alla fine sono proprio io.
Ridere e scerzare non vuol dire non essere professionali e non va confuso mai per insicurezza o scarsa attenzione.
Il momento in cui si scatta è ‘decisamente serio’.
A volte con le modelle non è sempre facile essere sereni e tranquilli (soprattutto quando si è nella stessa piscina con una bellissima ragazza … oltretutto poco vestita).
Ma è proprio in questi momenti dove la professionalità e gli anni di esperienza devono emergere prepotentemente.
Altrimenti si rischia di vanificare il lavoro e di confondere un mestiere con una gioranta di ‘tempo libero’.
Amo per questo circondarmi di persone con cui sono certo di portare a casa il lavoro migliore, di avere un unico obiettivo (non solo il 200mm, come nella foto), ma di sapere che quello che si farà sarà perfetto!
E questo è anche sinonimo di tranquillità per tutti quelli che ti stanno intorno: dagli assistenti alle modelle con cui devi lavorare.