Style

EDITORIALE 32/2015

By  | 

Divertirsi lavorando… lo diciamo da sempre.
Cercare di coniugare il proprio lavoro con le proprie passioni, forse questa è la chiave soprattutto per i fotografi.
Non facciamo un mestiere comune e sicuramente lo abbiamo scelto.
Facciamo qualche cosa che ci piace ed è legato ad altre nostre passioni: la fotografia serve ad unire due o più cose che ci fanno star bene.
Solitamente tendiamo a scattare ciò che ci piace (a parte a volte per clienti e/o per ‘guadagnare’ i soldini per arrivare a fine mese). Quando possiamo e siamo liberi di farlo, attraverso l’obiettivo delle nostre macchine fotografiche, inquadriamo ciò che ci piace.
C’è chi ha iniziato a fotografare perché appassionato di paesaggi (montagna o mare) e ha scoperto di essere bravo anche con la macchina fotografica e da li è nata la passione del reportage naturalistico… C’è chi ama lo sport (a motori o no) e ha scoperto di sapere cogliere il momento giusto… c’è chi ama il corpo femminile o maschile e ha sviluppato doti nel saper catturare il momento giusto in uno sguardo o dare ‘sinuosità’ ad un corpo…
Comunque sia, tutti noi amiamo scattare ciò che ci piace o che ci comunica qualche cosa e poi grazie all’esperienza, alla tecnica e alla nostra voglia di spingerci sempre oltre a provare, riusciamo a tirare fuori qualche cosa dalle nostre immagini che prima di tutto ci piace e poi, molto spesso, piace anche agli altri.
Le foto più belle di colleghi le ho sempre viste fare quando la fotografia è diventata una passione legata ad un’altra grande passione…