Style

EDITORIALE 28/2015

By  | 

Assistente o fotografo – Fotografo o assistente?
Il lavoro che facciamo con la macchina fotografica passa da anni di apprendistato anche come assistente… cioè colui che coaudiova il fotografo nel suo lavoro.
Chi è il più importante dei due?
Beh la risposta sembra scontata: il fotografo!
Ma non sempre sono d’accordo, molto spesso il fotografo arriva sul set e ci mette del suo per fare lo scatto, ma altri hanno lavorato per sistemare le luci, affinché tutto sia a posto e pronto.
L’assistente, parola un po’ ‘limitante’ sencondo me, ha un’importanza fondamentale: intanto perché deve sapere cosa vuol dire fotografare (altrimenti non copisce le esigenze del fotografo) e poi deve avere una profesionalità incredibile, sapendo quello che serve nel momento giusto… altriementi è meglio fare da soli.
Per me la cosa più bella è avere assistenti come Davide, Fabio, Marcello, Lory e molti altri a partire da mia moglie Cristina (con cui lavoro da anni), che sanno perfettamente quello che serve e quando serve.
A volte piace anche a me stare dall’altra parte, perché è bello godersi il servizio senza avere ‘la tensione’ dello scatto e poi perché capisci cosa vuol dire e come ci si sente.
L’assistente deve sapere quanta luce hai biosogno, cosa vuol dire dosare un generatore flash quando gli dai un’indicazione veloce, così come sapere che siccome stai pensando al cliente e a tutte le persone intorno nel set, ti prepara perfettamente la tua macchina e i rullini, scusate, le schede. Anche gestire un pannello riflettente non è cosa semplice e quando sai chi lo fa, sei tranquillo e lavori sereno.